Via Santo Stefano del Cacco, 15 (Largo di Torre Argentina) 00186 - Roma segreteria@teatroflaiano.com Tel. 06/37513571 - 06/37514258

Eventi

          MARTEDI’ 03 DICEMBRE 2019  ore 21.00         E DA VENERDI’ 06 DICEMBRE  ore 18.00  (Tutti i venerdì)

Fabrizio Mazzeo         Sergio Viglianese

             “HOW TO SURVIVE IN ITALY”                – Comedy show –

HOW TO SURVIVE IN ITALY è il primo show comico in Italia interamente in inglese rivolto agli stranieri (turisti e non solo) che si trovano in Italia. Attraverso sketch comici, battute e gag, i due artisti costruiscono uno spettacolo ritmato e brillante che descrive i pregi e i  difetti degli italiani: la guida perfetta per essere pronti ad affrontare le follie di questo paese!!

HOW TO SURVIVE IN ITALY is the first italian comedy show entirely written in English language aimed at foreigners (tourists and more). Through comedy sketches, jokes and puns, the two artists have built up a funny show full of rhythm which describes Italians’ flaws and virtues: the perfect guide to be ready for this country’s craziness!!

————————————————————————————————————————————

MARTEDI’ 12 E MERCOLEDI’ 13 NOVEMBRE 2019  (martedì ore 18.00 – mercoledì ore 20.30)

TEATRO ORAZERO presenta

Novità Teatrali scritte e dirette da Roberto Bruni

“LI REGAZZINI DER 1849”

Dramma surreale in dialetto romanesco dell’800. L’azione si svolge nel luglio del 1849, nella Roma restituita dai francesi al Papa. Un’attrice-burattinaia sfida in piazza gli sbirri di Pio IX, rappresentando le storie di libertà di umili “regazzini”, strappati dalla guerra all’amore, al lavoro, al gioco e caduti per la Repubblica. I personaggi partecipano all’azione sia nelle vesti di burattini, sia in quelle della sfidante che si cala in numerosi ruoli, con trasformazioni anche a vista. Il dodicenne trasteverino Righetto, morto a Ponte Sisto mentre disinnescava una bomba, è una maschera vocale, la voce della memoria in un teatro che vuole aiutare a non dimenticare.

 

“FIORI, NON SOLO”

Il dramma ha la forza dei tragici greci, ma non c’è più l’intervento del “deus ex machina” atto a ristabilire l’ordine. In un mondo di disordine si avverte solo il grido dolente dell’umanità che contempla giorno per giorno “la caduta degli dei”. Le vittime del bullismo, presentate con commossa partecipazione, sono preda di gravi problemi: rifiuto scolastico, annientamento di ogni autostima, attacchi d’ansia, depressione. Il cyberbullismo assume poi le forme di un vile ricatto teso a distruggere nella vittima ogni risorsa morale. Il secondo atto, storia di comune e folle crudeltà, ha come denominatore l’esclusione sociale.

————————————————————————————————————————————

LUNEDI’ 18 NOVEMBRE 2019  ore 21.00

25 anni sono trascorsi dal mio primo studio su RELAZIONE PER UN’ACCADEMIA di KAFKA, 25 anni nei quali la scimmia che c’è in noi ha trovato modo di capire come uscire dalla gabbia nella quale è stata imprigionata. La libertà riconquistata ha codificato il metodo da usare: imitare l’uomo. Ma il pericolo è quello di diventare un fenomeno da baraccone e vivere, come attrazione particolare, in un circo. E allora è meglio il varietà, dove il diverso ha successo e viene applaudito. Tutto questo significa abbandonare il proprio essere, con la convinzione che non c’è un’altra via di uscita. La sua storia, raccontata a degli Accademici, diventa così la nostra storia, salutata da un brindisi finale, che lascia l’amaro in bocca.

Il racconto di Kafka, con la regia, l’adattamento e l’interpretazione di Salvatore Santucci, si ripresenta al Teatro Flaiano, lunedì 18 novembre 2019 alle ore 21.00. Per ora soltanto una sera….ma con la convinzione che il pubblico richiederà altre repliche.

BIGLIETTO UNICO € 15,00

————————————————————————————————————————————–

SABATO 30 NOVEMBRE 2019  ore 17.00

————————————————————————————————————————————–

27 – 28  E 29 GENNAIO 2020  ore 21.00

“COFFEESHOP”

con Andrea De Rosa, Luis Molteni, Valeria Nardilli

voce Lorena Priscilla Micol Marino

Questa è una storia di fuga dalla realtà. Fuga come salvataggio, ma solo apparente. Fuga dal tetto coniugale, come quella di un avvocato sessantenne. Fuga dalle responsabilità, come quella di una prostituta romantica. Il loro sommergibile è un coffeeshop. Gli strumenti per l’evasione sono spinelli e funghetti. I nemici da affrontare sono i propri demoni. La carta vincente è un Jolly, che si materializza in carne e ossa…Uno di quelli che “devi essere fortunato a incontrare, ma intelligente a usare”.

      scenografia Paolo Rosa     disegno luci Simone China     riprese video Mattia Montesano

   scritto e diretto da Andrea De Rosa

PREZZI BIGLIETTI:                                                                                                                         PLATEA € 15,00 + € 1,00 prev.                                                                                                                     PLATEA RIDOTTO € 13,00 + € 1,00 prev.                                                                                                  GALLERIA € 13,00 + € 1,00 prev.

————————————————————————————————————————————