Via Santo Stefano del Cacco, 15 (Largo di Torre Argentina) 00186 - Roma segreteria@teatroflaiano.com Tel. 06/37513571 - 06/37514258

Homepage

                    DAL 5 ALL’ 8 DICEMBRE  2019                     (dal giovedì al sabato ore 21.00 – domenica ore 17.30)

“LEGITTIMA DIFESA DOSSIER

con

Marta Iacopini, Ilenia Costanza, Moira Angelastri, Ilaria Bordenca, Cristiana Esposito, Brianda Carreras, Luigi Pisani, Totò Costanza

overture di Alda D’Eusanio

La pièce, drammaticamente poetica, libera una scia di donne che raccontano un dolore, al di là della razza o del credo religioso. Vittime di violenze legittimate da culture e religioni, giustificate dal bisogno, scatenate dalla furia del branco, generate dalla mente morbosa di padri deboli, degenerate dalla stanchezza di coppie infelici, scaturite da malsani sensi di inferiorità. Questo dossier descrive la violenza sulle donne: fa i nomi, racconta le modalità, sussurra le emozioni…le ultime per tante femmine a cui è stata strappata l’anima! Storie drammaticamente vere, viste di sfuggita nei telegiornali all’ora di pranzo…dimenticate da una società inerme e scandalosamente assuefatta!
 È un grido. L’ennesima provocazione alla pigra morale comune. A chi la colpa? E’ giusto additare solo la mitologica bestialità del maschio? “Ogni uomo oppressivo ha una madre che gli ha trasmesso una cultura. Il maschilismo è come l’emofilia: colpisce l’uomo, ma è trasmesso dalle donne”.

musiche originali Graziano Mossuto

il brano “La vita in te” (di Mossutto-Costanza) è cantato da Noemi Smorra

assistente alla regia Shamanta Pirrera    luci Gloria Mancuso

make up artist Stefania Ferraro   hair stylist Scaramuzzo Hair Natural Beauty

organizzazione e promozione Lorena Vetro    ufficio stampa I Vetri Blu

produzione I VETRI BLU & CENTRO STUDI LA PARABOLA       

scritto e diretto da Ilenia Costanza

————————————————————————————————————————————–

                           DAL 12 ALL’ 22 DICEMBRE 2019                               (dal giovedì al sabato ore 21.00 – domenica ore 17.30)

“TEATRO, AMORE MIO!”

con Alessandro Bruno, Miriam Fricano, Martina Paiano, Mario Sapia

Quattro attori si interrogano sul senso del teatro nel mondo di oggi. Tramite l’utilizzo di pochi elementi evocano, analizzano e interpretano tutte le fasi più significative della storia del teatro, come per cercare il punto in cui il meccanismo si è inceppato. Un viaggio attraverso le varie tecniche teatrali succedutesi nei secoli: dal teatro greco, e la sua funzione sociale-politica, alla nascita del teatro italiano con la commedia dell’arte, dalla pantomima creata dal maestro Decroux, ad autori moderni come Checov e Pirandello. Per giungere infine ad una critica ironica ma spietata delle storture degli ultimi decenni. Una condizione alla quale ogni singolo attore è “costretto” a sottostare, con il rischio, forse, di perdere il vero senso del fare teatro oggi. Una domanda riecheggia silenziosa ma prepotente: il teatro è veramente morto?

progetto teatrale e regia Rocco Mortelliti

————————————————————————————————————————————–

     DAL 26 DICEMBRE 2019 AL 19 GENNAIO 2020    (Giovedì 26 dicembre ore 17.30 – venerdì 27 e sabato 28 ore 21.00 – domenica 29 ore 17.30 – lunedì 30 riposo – martedì 31 SERATA SPECIALE CAPODANNO ore 21.30 – mercoledì 01 gennaio ore 17.30 – giovedì  02 riposo – venerdì 03 e sabato 04 ore 21.00 – domenica 05 e lunedì 06 ore 17.30 – dal 09 al 19 gennaio: dal giovedì al sabato ore 21.00 – domenica ore 17.30)

Antonello Avallone in

TOTO’, PEPPINO e LA MALAFEMMENA”

di Manzari-Anton-Continenza-Avallone

con Francesco Tuppo e Loredana Martinez

e con Mario Rosati, Ariela la Stella, Giuseppe Tradico

Versione teatrale di Avallone dell’omonimo film che è ormai diventato oggetto di culto, “Totò, Peppino e la malafemmena”, ispirato alla famosissima canzone del principe De Curtis, è un contenitore formidabile di risate e di gag, legate da una semplice trama che vede due fratelli provenienti dalla campagna napoletana, i fratelli Caponi (che siamo noi), alla ricerca di una ballerina, fidanzata del loro nipote, in una metropoli come Milano, dove “quando c’è la nebbia non si vede”. La domanda comune allora è: “Se quando c’è la nebbia a Milano non si vede, come si fa a vedere che c’è la nebbia?”. Esilarante. E ho detto tutto.

scene e costumi Red Bodò

adattamento e regia Antonello Avallone

————————————————————————————————————————————

                    MARTEDI’ 31 DICEMBRE ORE 21.30                   SERATA SPECIALE CAPODANNO !!!

                                    A mezzanotte brindisi con la Compagnia.                             A seguire cotechino e lenticchie, panettone, pandoro e spumante! BIGLIETTO UNICO  € 88,00

________________________________________________________________________________________________

Per informazioni:    ☎️06 37 51 35 71     📧segreteria@teatroflaiano.com

________________________________________________________________________________________________